Francesca

portrait francesca stocchi

Formazione…

Nata a Roma. Dopo un’infanzia dedicata alla ginnastica artistica si avvicina alla danza con il maestro Marco Ierva con il quale studia diversi anni modern jazz. A 17 anni si innamora del flamenco e a Roma con la bailaora Caterina Lucia Costa comincia i suoi studi del baile flamenco. Nel 2002 si trasferisce a Siviglia dove vivrà fino al 2007,lì si forma come bailaora presso le più prestigiose scuole di flamenco. Tra i suoi maestri alcune delle figure più importanti del flamenco internazionale: Alicia Marquez , Rocio Marquez, Ursula Lopez, Adela Campallo, Manuel Betanzos, Pilar Ortega, La Lupi, Ramon Martinez, Ana Morales, L’Academia de baile di Alicia Marquez è il suo riferimento e la sua scuola di formazione in Spagna.

Nell’estate del 2012 si laurea in Teorie e Pratica dell’Antropologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

I suoi studi di approfondimento continuano ancor oggi, si reca in Spagna tutti gli anni e studia presso le accademie di Siviglia con i maestri più preparati e importanti del panorama attuale. Approfondisce contemporaneamente anche i suoi studi sull’insegnamento del flamenco dedicando tempo ed energie anche alle nuove tecniche e metodologie dell’insegnamento del flamenco. 

…Professione…

Dal suo debutto professionale nel 1999 ha collaborato con alcune tra le più prestigiose compagnie di flamenco italiane esibendosi in numerosi teatri e Festival: con la compagnia “Pasion Gitana” di Caterina Lucia Costa muove i suoi primi passi, tornata dalla Spagna entra a far parte della compagnia “FlamencoVivo” con la quale è in tournè dal 2009 al 2013, nel 2014 è ospite come ballerina solista nello spettacolo Pinceladas della compagnia Esquina Flamenca di Loredana Ruggieri , si esibisce a Roma al Teatro Italia e all’Auditorium Parco della Musica.

Ha avuto importanti ruoli da solista in alcuni allestimenti teatrali di notevole successo, nel 2001 ne “La casa di Bernarda Alba” per la regia di Gianni Leonetti ai teatri Spazio Uno e Tor di Nona a Roma; nel 2002 si esibisce al Teatro Flaiano nella “Carmen” per la regia di Rossana Patrizia Siclari.

Nel 2004 si esibisce per la compagnia Flamenco del Sur al Teatro Sistina coreografata e diretta da Ramon Martinez e lavora come solista presso il “Tablao Abierto” di Siviglia.

Nel 2007 è in scena con “La Lola. De Flamenco y Poesia. Omaggio a Federico Garcia Lorca”  per la regia di Lisa Colosimo al TeatrO2 di Siena.

Nel 2008 fonda la” Compagnia Flamenca La Barraca”  e debutta al Teatro Orangerie di Roma con lo spettacolo “Rama Nueva”. Due anni dopo la compagnia va in scena con lo spettacolo “La Llave” e vanta importanti collaborazioni con alcuni tra gli artisti più rappresentativi del panorama flamenco spagnolo e italiano: Jesus Corbacho Vazques, Inmaculada Rivero, Antonio Porro, Matteo D’Agostino, Gabriele Gagliarini, Loredana Ruggieri, Massimiliano El Bicho, Corrado Ponchiroli, Mattia Rauco, Sergio Varcasia, Ana Rita Rosarillo.

Nel 2013 è ideatrice e direttrice artistica, insieme a Carmen Meloni, della prima edizione della rassegna “Tablao Abierto”, un progetto che mira a portare gli allievi e i non professionisti ad esibirsi in un contesto “ da tablao” con musica dal vivo secondo la tradizione spagnola.

Nello stesso anno è socia fondatrice dell’Associazione Culturale ItinerArte che si occupa di divulgare l’arte e sensibilizzare  su tutto il territorio nazionale.

Nel 2015 dà vita al progetto “Compartir Flamenco” che si occupa di diffondere la cultura e la conoscenza di quest’arte sul territorio italiano, coinvolgendo professionisti, aficionados, allievi e semplici curiosi in diverse attività, spettacoli, stage, eventi e manifestazioni. E’ un progetto che mira alla diffusione della cultura flamenca presso un pubblico vario e diverso da quello appassionato e vicino alla danza e al flamenco.  Il 24 Luglio 2016, proprio all’interno di questo disegno progettuale, è direttrice artistica di “ Compartir Flamenco. Monteriggioni. Primo raduno flamenco sulla via Francigena”, un’intera giornata di attività ed iniziative dedicate al flamenco nella meravigliosa cornice del Castello di Monteriggioni.

Nell’estate del 2016 il debutto dello spettacolo “ Evocacion” con il quale Francesca mette in scena la sua Compagnia Flamenca e collabora con importanti figure andaluse del flamenco: Antonio Molina “ El Choro”( vincitore del Premio Rivelazione del Festival di Jerez 2016), Vicente Gelo e Oscar Lago.

www.compartirflamenco.it

Nello stesso anno, in Agosto, il debutto di un altro importante progetto: “Divino Flamenco” e il flamenco incontra il mondo del vino.

Il 2017 vede la Compagnia Flamenca di Francesca Stocchi in scena a Roma, questo allestimento coinvolge un corpo di baile di quattro elementi, un percussionista, quattro palmeros, due chitarre e due cantaores oltre a due ballerini solisti. Il progetto di far incontrare sul palcoscenico il miglior flamenco italiano e il miglior flamenco spagnolo si realizza il 9 Aprile al Teatro Gianelli. In scena collaborazioni importanti e prestigiose con il chitarrista Manuel Montero e il cantaor Alejandro Villaescusa dalla Spagna e il bailaor Andrea Lamberti da Torino.

Dal 2014 Francesca  porta il flamenco e la sua cultura nelle scuole italiane con diversi progetti.

Scrive e dirige con l’attrice e regista Lisa Colosimo un’adattamento de “ La Lola. De Flamenco y Poesia” per le scuole medie-superiori. Lo spettacolo avvicina i ragazzi alla poetica di Federico Garcia Lorca e al flamenco attraverso la danza e la musica dal vivo, la recitazione in italiano e in lingua.

 Porta il flamenco nelle scuole italiane anche attraverso dei veri e propri spettacoli di compagnia con danza e musica dal vivo e la creazione di lezioni interattive sempre con la musica dal vivo e il coinvolgimento in prima persona dei ragazzi.

Con questi progetti collabora con numerose scuole a Roma e a Siena.

Dal 2007, oltre i lavori teatrali e di compagnia, è presente e molto attiva come interprete solista nei maggiori tablaos italiani, soprattutto a Roma ( El Patio, Don Pepe, El Duende per citarne alcuni), gli spettacoli di flamenco nei tablaos rispondo alla versione più tradizionale e pure del baile flamenco, quello in cui bisogna non solo dominare la tecnica ma anche i codici che regolano il rapporto con il cante e la musica dal vivo poiché sono per la maggior parte spettacoli di improvvisazione.

Si dedica anche a progetti sociali e a scopo benefico, in prima persona e con la sua compagnia o con i suoi allievi.

Dal 2015 collabora con l’organizzazione Rare Partners  che si occupa della raccolta fondi per la ricerca contro le malattie rare,  è protagonista con la sua scuola delle ultime tre edizioni della maratona di Roma e di Firenze. I suoi allievi vincono il primo premio nel 2016 e il secondo nel 2017 nel contest organizzato durante la maratona di Firenze.

Attualmente è coinvolta , sempre attraverso il flamenco e la sua capacità comunicativa, in alcuni progetti con l’Associazione Ridolina di Pisa che si occupa di portare la terapia del sorriso nei reparti oncologici pediatrici degli ospedali e sta collaborando con il carcere di Solliciano di Firenze per la realizzazione di un corso di flamenco per le detenute. 

Dal settembre del 2017 è direttrice tecnica del flamenco per la FID, Federazione Italiana Danza.

www.federazioneitalianadanza.com  


…Insegnamento…

Dal 2007 insegna regolarmente a Roma e a Siena dove tiene corsi di tutti i livelli per adulti e bambini in diverse sedi. A coronamento di ogni a.a. organizza degli spettacoli di fine anno in teatro con costumi e musica dal vivo. Protagonisti assoluti sono gli allievi ma la produzione è in tutto e per tutto uguale a quella di uno spettacolo professionale, questo per offrire al pubblico la versione artistica più autentica del flamenco e per educare gli allievi all’etica teatrale e professionale di un’artista.Durante tutto l’arco dell’anno è presente sul territorio nazionale con stage, masterclass e laboratori coreografici. Contribuisce alla diffusione della cultura flamenca collaborando a livello didattico con importanti nomi del flamenco internazionale, promuovendo stage e masterclass. Alcuni artisti da lei invitati in Italia: Ramon Martinez, Inma Rivero, David Palomar, Juan Farina, Manuel Montero, Vicente gelo, Oscar Lago, Juan Fernandez, Antonio Molina “El Choro”, Patricia Guerrero, Alicia Marquez.

Dal 2015 organizza lezioni evento interattive di flamenco per le scuole medie superiori italiane con lo scopo di avvicinare i ragazzi alla danza, all’arte e alla cultura flamenca. Questo progetto la porta a collaborare con scuole in tutta Italia.